Related topics

Spazio: lattuga rossa romana cresciuta su navicella Iss

<a href="https://marcopoloexperience.com/author/redazione" target="_self">Press Release</a>

Press Release

Author

nasa_marcopolonews copiaLa lattuga rossa romana è cresciuta nella navicella spaziale internazionale ISS in orbita attorno alla terra e, per la prima volta nella storia, gli astronauti potranno mangiare cibo cresciuto nell’ambiente in microgravità dello spazio. L’astronauta statunitense Scott Kelly e gli altri membri dell’equipaggio assaggeranno le loro insalate di lattuga prese dalle piante a bordo del laboratorio orbitante: ”Sembra rucola”, ”è fresca”, hanno commentato gli astronauti della Stazione spaziale dopo aver assaporato la verdura fresca coltivata in orbita, un ceppo di lattuga rossa romana.

La Nasa spera che l’esperimento permetterà in futuro di rifornire una fonte di cibo sostenibile per gli astronauti durante le lunghe missioni nello spazio. “La frutta fresca e la verdura, come pomodori, mirtilli e lattuga romana, sono ottimi antiossidanti”, ha affermato Ray Wheeler, capo del programma della Nasa per lo sviluppo di tecniche per assicurare il mantenimento delle condizioni di vita nello spazio.

“La disponibilità di prodotti freschi inoltre può anche avere un impatto psicologico positivo sugli astronauti e potrebbe fornire una certa protezione contro le radiazioni cosmiche”, ha aggiunto.

“Le piante coltivate in sistemi di coltura in microgravità diventeranno elementi importanti di tutti i futuri viaggi spaziali”, ha stimato Gioia Massa, scienziato all’Agenzia Spaziale degli Stati Uniti che sta lavorando su questa ricerca nel Centro Kennedy in Florida. “Più gli esseri umani andranno più lontano e giù a lungo si allontaneranno dalla Terra”, ha sottolineato Massa, “maggiore sarà la necessità di essere in grado di coltivare le piante per nutrirsi, per il riciclaggio dell’atmosfera e anche per i benefici psicologico”.

La raccolta della lattuga rossa romana, trasmessa in diretta dalla Nasa, rappresenta un passo importante in vista delle future missioni umane di lunga durata nello spazio. Le foglie di insalata, lavate con una salviettina igienizzante, sono state condite con olio e aceto. Alcune sono state congelate e saranno riportate a Terra per ulteriori analisi.

A piantare la lattuga rossa romana era stata 33 giorni fa l’astronauta americano Scott Kelly, la cui missione durerà complessivamente un anno, ed è cresciuta all’interno di una piccola serra realizzata dalla società “Veggie Orbital Technologies”.

L’ esperimento è stato denominato “Veggie” e nasce per sviluppare la possibilista di creare delle piccole serre capaci di fornire cibi freschi agli astronauti. Una tappa fondamentale per sviluppare i viaggi di esplorazione di lunga durata, come quello verso Marte.

 

di Alexandra Rufini

11 Agosto 2015

 

Share This