Related topics

Le camicie Made in Napoli conquistano anche il Giappone

<a href="https://marcopoloexperience.com/author/redazione" target="_self">Press Release</a>

Press Release

Author

camicie1-marcopolonewsIl Made in Italy sartoriale e i suoi derivati territoriali conquistano i giapponesi. La sartoria Avino, titolare del marchio ‘Avino Laboratorio Napoletano‘, eccellenza campana nella produzione sartoriale di camicie, prosegue infatti, con successo, la propria strategia di espansione e internazionalizzazione del brand. Presente in Giappone da poco più di un anno, grazie a una serie di accordi commerciali per la distribuzione delle proprie creazioni, le sue camice stanno diventando un must anche nei negozi più esclusivi del Paese del Sol Levante. La rivista ‘The Rake’, che è tra le più importanti e influenti nel panorama dell’alta moda giapponese, ha infatti appena dedicato alla sartoria Avino un titolo in prima pagina, accanto ad un’icona della moda mondiale come Ralph Lauren.

“È con immensa soddisfazione”, ha dichiarato il maestro camiciaio Francesco Avino, patron della maison, “che constatiamo di aver soddisfatto anche le pretese di un mercato attento e difficile come quello giapponese“.

“L’attenzione di un’importante rivista di settore”, ha aggiunto, “è il segnale che le nostre camice sono molto apprezzate in tutto il Giappone. Visto il gradimento riscontrato sulle nostre produzioni dalla clientela estera, proseguiremo con la nostra strategia certi di entrare in nuovi e importanti mercati esteri. Oggi, infatti, il marchio ‘Avino-Laboratorio Napoletano’ è presente in Asia, Stati Uniti e Europa, in punti vendita di grande prestigio”.

Presente sul mercato dall’alta sartoria dal 1998, ‘Avino-laboratorio napoletano’ produce, nel proprio atelier di San Giuseppe Vesuviano (Napoli), camicie su misura e sul pronto per il mercato domestico e, soprattutto, per quello estero. Infatti, le creazioni di Avino per il 45% sono destinate alla clientela italiana, mentre il 55% è per clientela estera, in particolare in Corea del Sud, Francia, Germania, Giappone, Emirati Arabi Uniti e Usa.

di Patrizia Tonin

1 Maggio 2015

Share This