Related topics

La ONG toscana “Source International” tra i vincitori del “Tech Awards 2014” in California

<a href="https://marcopoloexperience.com/author/redazione" target="_self">Press Release</a>

Press Release

Author

source-international-marcopolonewsLa ONG toscana “Source International” è la vincitrice del “Tech Awards 2014” a San Jose, in California. L’organizzazione non governativa di Calci (Pisa) è stata riconosciuta come uno dei 10 innovatori a livello mondiale per l’applicazione della tecnologia a beneficio dell’umanità a livello mondiale. Il “Tech Awards”, un programma registrato del “Tech Museum of Innovation”, e presentata da Applied Materials Inc., ha selezionato Source International come uno dei due vincitori dell’Intel environment award.

L’Ong pisana ha vinto il premio nella categoria ambiente ed è il primo soggetto italiano a vincerlo. “Source International” supporta organizzazioni di base e comunità con dati e strumenti scientifici per provare la contaminazione e le violazioni dei diritti umani perpetrate da grandi industrie estrattive (grandi miniere, pozzi petroliferi, dighe).

”Con il nostro lavoro”, ha spiega Flaviano Banchini, direttore e fondatore di “Source International“le comunità hanno i dati che servono per spingere le compagnie a utilizzare tecniche più rispettose attraverso azioni legali, azioni di advocacy o tavoli di negoziazione diretta”.

I “Tech Awards”: Tecnologia a beneficio dell’umanità è uno dei principali programmi di premi umanitari nel mondo, riconoscendo soluzioni tecniche a beneficio dell’umanità per affrontare le questioni più cruciali che affliggono il nostro pianeta e la sua gente. Il programma di premi onora 10 innovatori annualmente al fianco del destinatario del “Global Humanitarian Award”. Vincitori sono selezionati da una prestigiosa giuria di giudici costituito da docenti dell’Università, nonché leader di istituzioni educative e di ricerca, dell’industria e del settore pubblico.
“Le sfide globali al giorno d’oggi sono diventate sempre più impegnative e più profondamente radicate”, ha detto David Whitman, vice presidente del Tech Awards. “Eppure, c’è speranza. Questi impressionanti vincitori hanno tutti dimostrato di essere uguale, o migliori, alla sfida per rendere il mondo un posto migliore. Per celebrare i loro successi di oggi, stiamo incoraggiando gli innovatori del futuro a lavorare verso soluzioni per rendere il mondo più sano, più sicuro e più sostenibile.”
Fondato nel 2000, il Tech Awards riconosce 10 vincitori in cinque categorie: ambiente, educazione, giovane innovatore, salute e sviluppo economico. Questi premi hanno sviluppato nuove soluzioni tecnologiche o modi innovativi per utilizzare le tecnologie esistenti per migliorare in modo significativo la vita delle persone in tutto il mondo. Ogni vincitore riceverà un premio in denaro di 25.000 o 75.000 dollari durante l’annuale Gala Awards a Santa Clara, nella silicon valley, in California giovedì 13 Novembre 2014.
Quest’anno i vincitori rappresentano la visione veramente globale del programma. Sono state ricevute candidature da 46 paesi e vengono premiate organizzazioni e programmi da dieci diversi paesi tra cui Pakistan, Mali, Kenya, Stati Uniti, Messico e Italia.
Gli sponsor principali che sostengono i Tech Awards comprendono Applied Materials, Inc., Flextronics, Intel Corporation, Microsoft, Nokia, Swanson Foundation, Qatalyst, Seagate, Qualcomm, Ernst & Young, GoDaddy, Google, KPMG, The Family Foundation Sathaye, Charmaine e Dan Warmenhoven, Wells Fargo, Xilinx, NASDAQ OMX, Accenture, Micron Technology, RBC Capital Markets, Almaden Press, Dazian, FluidReview, Hayward tecnologia al quarzo, Hilton San Jose, San Jose Marriott, NBC11, Città di San Jose, San Jose One Connection, Stanford Social Innovation Review, SunEdison.

24 settembre 2014

di Dario de Marchi

Share This