Related topics
Ramadan Guidelines for 2022 in UAE

Ramadan Guidelines for 2022 in UAE

Muslims all over the world celebrated Ramadan this weekend, with the holy month beginning on Saturday, April 2nd in the United Arab Emirates. In the Islamic calendar, Ramadan is the most important month, it occurs when Muslims observe a 30-day fast from dawn to dusk....

TIDAL is now available in the UAE

TIDAL is now available in the UAE

Global music and entertainment streaming service, TIDAL, is available for music fans and artists in the UAE. Launched in 2015, this is the first time the global platform will be available in the region. Music fans never have to miss a beat by listening to their...

Turismo: è boom città d’arte in Italia, in 4 anni +3,9 milioni arrivi

<a href="https://marcopoloexperience.com/author/redazione" target="_self">Press Release</a>

Press Release

Author

saluti dall'italia-marcopolonewsÈ un autentico “boom” delle città d’arte del Belpaese. In un settore come quello del turismo italiano, che da qualche anno è in affanno e sotto la minaccia di competitor internazionali agguerriti, le nostre città d’arte, e non solo le classiche Roma-Firenze-Venezia, hanno registrato un incremento che le pone a pieno titolo come vero motore e traino del sistema Italia, simbolo del Made in Italy. Dal 2010 al 2014, infatti, gli arrivi turistici nelle città di interesse storico e artistico sono cresciuti dell’11,3% (circa 3,9 milioni), mentre le presenze sono aumentate del 9,9% (+9,3 milioni), contro una variazione complessiva italiana del 5% degli arrivi e del -1,2% delle presenze.

A scattare la fotografia, in occasione presentazione della Borsa Turistica delle 100 città d’arte, che si terrà a Bologna dal 29 al 31 maggio, è uno studio Cst diffuso da Assoturismo Confesercenti, da cui emergono anche previsioni positive a brevissimo termine: per i prossimi ponti del 25 aprile e, soprattutto, del 1° maggio le città d’arte del nostro Paese tornano a registrare un incremento delle richieste, con una quota di posti letto già prenotati che raggiunge fino all’80% a Venezia, il 79% a Torino e il 76% a Roma.

Nel 2014 quasi un turista su tre (il 27,8%) ha scelto di soggiornare in una delle tante città d’arte del nostro Paese. I flussi turistici, nel periodo in esame, sono cresciuti soprattutto a Padova (+27,5%) e a Roma (+23,7%). Le città d’arte piacciono soprattutto agli stranieri, che tra il 2010 ed il 2014 sono aumentati del 14,4%, contro una crescita totale in Italia dell’11,6%.

Non solo: gli stranieri che visitano i centri di interesse storico e culturale del nostro Paese spendono anche di più. Chi viaggia per motivi culturali o in una città d’arte, infatti, spende in media ogni giorno il 25% in più degli altri turisti: 129 euro al giorno rispetto ai 103 in media rilevati nel 2013. Soprattutto in moda e cultura, binomio indissolubile in Italia: il 43,2%, nella sua permanenza in Italia, acquista articoli di abbigliamento, circa il 42% acquista biglietti e card per musei, mentre il 24,4% compra anche calzature.

enit-marcopolonews“Il turismo italiano”, ha spiegato Filippo Donati, presidente di Assohotel, l’associazione di categoria Confesercenti che riunisce le imprese alberghiere, “ha vissuto un periodo di grave sofferenza, con pesanti ricadute economiche: basti considerare che il brusco calo di presenze registrato dall’Istat dal 2012 vuol dire circa un miliardo di euro di fatturato in meno per gli esercizi ricettivi. Per fortuna che le città d’arte, uno dei nostri core business turistici, hanno invece dimostrato di avere un appeal in crescita”.

“Il turismo”, secondo Andrea Babbi, direttore generale dell’Enit, “deve essere amato, conosciuto e rispettato e non solo usato. Fanno riflettere anche le tante tasse che ‘assediano’ il nostro turismo (dalla tassa di soggiorno alla possibile addizionale sui diritti di imbarco portuali e aeroportuali) e poi le ingenti risorse di cui possono disporre in nostri rivali: la Croazia, che è qui davanti a noi e compete con le coste del Friuli, del Veneto, della Romagna e delle Marche, investirà 7 miliardi di euro nei prossimi 7 anni nel turismo… La verità è che il nostro Paese, che è il più bello e il più desiderato, deve confrontarsi con delle autentiche corazzate”.

 

di Alexandra Rufini

11 Aprile 2015

 

 

Share This