Related topics
Ramadan Guidelines for 2022 in UAE

Ramadan Guidelines for 2022 in UAE

Muslims all over the world celebrated Ramadan this weekend, with the holy month beginning on Saturday, April 2nd in the United Arab Emirates. In the Islamic calendar, Ramadan is the most important month, it occurs when Muslims observe a 30-day fast from dawn to dusk....

TIDAL is now available in the UAE

TIDAL is now available in the UAE

Global music and entertainment streaming service, TIDAL, is available for music fans and artists in the UAE. Launched in 2015, this is the first time the global platform will be available in the region. Music fans never have to miss a beat by listening to their...

Puglia rilancia turismo in 10 punti per accoglienza del futuro

<a href="https://marcopoloexperience.com/author/redazione" target="_self">Press Release</a>

Press Release

Author

trani_marcopolonews copiaLa Puglia gioca al rialzo per riconquistare prestigio e richiamare turisti, soprattutto stranieri, in questa stupenda appendice d’Italia. E per questo prepara una strategia del turismo in 10 punti. Proprio per condividere gli aspetti operativi e la nuova linea rispetto al tema dell’accoglienza turistica in Puglia, si sono incontrati i gestori degli IAT, gli Uffici Informazione Turistica, e i rappresentanti dei Comuni della Puglia con Loredana Capone, assessore all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia, e Paolo Verri, commissario di “Pugliapromozione”.

“I comuni e gli Uffici IAT sono i nostri hub dell’accoglienza turistica, i luoghi di incontro fra aspettative dei turisti e risposte alle loro richieste di informazione. Oggi dobbiamo conservare le buone prassi ma anche migliorare le prestazioni, adeguandole ad una domanda dei turisti sempre più sofisticata a cui dobbiamo dare una risposta già nella fase in cui sogna e progetta la sua vacanza, prima della esperienza di viaggio vera e propria”, ha dichiarato l’assessore Capone.

Insomma, secondo il rappresentante della Regione, “la Puglia può essere nel sogno di un viaggiatore grazie alla sua autenticità, che in parte dipende anche dal fatto che non ha ancora una vera e propria industria del turismo. Con questo non vogliamo dire che non puntiamo su una industria alberghiera pugliese,ma che comunque dobbiamo sempre conservare la nostra autenticità e unicità, caratteristiche che consentono di vivere in Puglia una vera e propri esperienza di viaggio. Per questo occorre realizzare una formazione degli operatori IAT che sia collegata ad una pianificazione pluriennale. Molto importante è però che l’intera comunità pugliese sia coinvolta nell’accoglienza. Sono tutti i pugliesi i primi operatori dell’accoglienza turistica. Più parliamo la stessa lingua, più quello che diremo si diffonderà. Più ci sentiremo una comunità insieme con gli operatori, gli imprenditori, i Comuni e i cittadini e più la nostra terra avrà grande appeal”, ha concluso Capone.

Ogni ufficio IAT, secondo l’assessore al turismo della Regione, deve poter accogliere i viaggiatori per tutta la Puglia, indipendentemente dallo specifico territorio dove si trova. Questo richiede un coordinamento fra tutti gli 85 IAT regionali e fra questi e le Case del turista organizzate dai Gal e gli uffici informazione organizzati dai Sac, con una immagine e una formula unica e coordinata. L’assessore ha poi messo in evidenza l’importante esigenza di monitorare e di svolgere attività di customer satisfation con questionari nelle diverse lingue in modo che i suggerimenti raccolti possano consentire di modificare in corso d’opera le linee e le azioni del “Piano strategico Puglia365” che è stato appena consegnato al Ministro e che sarà presentato ufficialmente alla Fiera del Levante di Bari a settembre.

Il commissario di “Pugliapromozione”, Verri, ha indicato in dieci punti i passi da fare per i prossimi quattro anni: “questi ultimi quattro anni di promozione sono stati una ‘cavalcata’ potente che ha raccontato la Puglia con risultati che sono sotto gli occhi di tutti. E il fatto che la cantante Madonna sia venuta in Puglia, postando sul suo profilo immagini e commenti, è l’ultima dimostrazione di un interesse e di una conoscenza ormai verso questo territorio che ha in questo momento un grande appeal. Adesso ci aspettano altri quattro anni che ci servono per una nuova cavalcata tutta dedicata all’accoglienza. Con il Piano strategico abbiamo messo a segno alcune cose puntuali che saranno realizzate a breve: la prima è la riorganizzazione di ‘Pugliapromozione’ con quattro aree, promozione, comunicazione, accoglienza, prodotto, che porterà l’agenzia ad essere più efficiente e vicina ai territori, con servizi più precisi, per approdare poi anche alla promo commercializzazione”.puglia2_marcopolonews copia

Altri punti strategici delineati dal commissario di “Pugliapromozione” sul tema dell’accoglienza sono: miglioramento dell’accoglienza a monte, e per questo sarà utile anche la nuova App pronta entro un mese; una segnaletica comune per gli IAT, collegati anche attraverso Google Map; standard, regolamento, orari e competenze coordinati e comuni a tutti gli uffici IAT; geolocalizzazione e creazione di una rete di ‘ambasciatori digitali’ da remoto; creazione della “card Puglia”; incontri periodici di scambio di problemi e vedute collettivi di tutti gli operatori IAT; formazione anche attraverso il confronto con le migliori esperienze internazionali in tema di accoglienza e creazione del premio per il miglior IAT in Puglia. Per quanto riguarda i materiali di informazione, mappe e guide, si cambia rotta: si pensa infatti di coinvolgere gli sponsor sui territori e di vendere il materiale ad un prezzo simbolico, destinando il ricavato ad alcune charity.

 

di Eleonora Albertoni

4 Agosto 2016

Share This