Related topics
Ramadan Guidelines for 2022 in UAE

Ramadan Guidelines for 2022 in UAE

Muslims all over the world celebrated Ramadan this weekend, with the holy month beginning on Saturday, April 2nd in the United Arab Emirates. In the Islamic calendar, Ramadan is the most important month, it occurs when Muslims observe a 30-day fast from dawn to dusk....

TIDAL is now available in the UAE

TIDAL is now available in the UAE

Global music and entertainment streaming service, TIDAL, is available for music fans and artists in the UAE. Launched in 2015, this is the first time the global platform will be available in the region. Music fans never have to miss a beat by listening to their...

Moda: Miss Grant festeggia 40 anni, da Bentivoglio a Abu Dhabi

<a href="https://marcopoloexperience.com/author/redazione" target="_self">Press Release</a>

Press Release

Author

missgrant1-marcopolonewsFesteggia 40 anni Miss Grant, il marchio bolognese di moda bimbo e junior disegnato da Paola Montaguti, con una special capsule, “Party Time”: 40 modelli che giocano con nuance iper-femminili come il rosa, il fucsia e il bianco perlato. La storia di Miss Grant comincia nel 1975: l’etichetta fa capo alla Grant Spa, azienda fondata nel dopoguerra dalla famiglia Serafini che, sull’onda del passaggio generazionale, comincia ad assumere una veste propriamente industriale comincia ad assumere una prima vera e propria struttura industriale tra la fine degli anni ’60 e l’inizio dei ‘70.

La genesi di Miss Grant è da rintracciarsi in un marchio lanciato dall’azienda bolognese poco prima: Grant. Per veicolare al meglio una collezione da bambino il cui pezzo forte sono i jeans, i fratelli Serafini scelgono di dare alla loro etichetta un’allure internazionale, sebbene la produzione sia italiana. La decisione è quella di lanciare un marchio ispirato al famoso generale Ulysses Grant, unionista durante la secessione americana e, poi, presidente degli Stati Uniti d’America.

Sull’onda del successo riscosso dai jeans personalizzati dall’immagine del generale Grant sui copri-tasca, l’azienda emiliana ha poi lanciato la prima collezione da bambina: sono un successo. Dal 1992 le collezioni sono ideate da Paola Montaguti.

A quarant’anni dal debutto, Miss Grant è la punta di diamante della Grant Spa: assorbe circa il 60% dei ricavi, 19 milioni di euro nel 2014.

Miss Grant è il Made in Italy: deve infatti il 60% del proprio fatturato ai mercati stranieri. Le collezioni del brand sono distribuite in tutto il mondo attraverso una rete di circa 900 punti vendita multimarca. Oltre alle migliori boutique, i marchi aziendali sono presenti all’interno di propri “Shop-in-Shop” nei più lussuosi department stores internazionali, come i noti e storici “Harrods” a Londra, “El Corte Ingles” di Puerto Banus e di Barcellona, nei corner “Endless Story” a Mosca e “Winny” a MissGrantCoutureLogo-marcopolonewsNizhny Novgorod, nella Dubai Mall presso “Little Angels” a Dubai, in “ShinKong Plaza” a Beijing e nello “Shop-in-Shop Grant” di 40 metri quadrati in Salam Stores a Doha/Qatar. Tra i department stores spiccano, fra gli altri, “Harvey Nichols” a Riyadh e ad Hong Kong, “Saks Fifth Avenue” a Almaty/Kazakistan, “Paragon Shopping Center” a Singapore.

Miss Grant conta anche tre flagship store in località chiave per il mercato italiano e internazionale: via Manzoni a Milano; via del Babuino a Roma; via Barsanti a Forte dei Marmi.

Attualmente i mercati chiave del marchio sono Russia e Medio Oriente, seguiti da un’Europa in piena ripresa che sopperisce la flessione degli acquisti registrati lo scorso anno nei paesi dell’ex Unione Sovietica.

Le strategie messe in atto dai vertici della Grant Spa, puntano a rafforzare il marchio in tutto il mondo anche attraverso l’ampliamento di nuove aperture. Grazie al nuovo format, inaugurato a Barcellona lo scorso dicembre, Grant avrà certamente una forza ancora maggiore per coinvolgere ed acquisire partner importanti per nuove aperture nei prossimi semestri. Sono in prossima apertura “Shop in Shop” in Belgio, “Kazan” nella Repubblica del Tatarstan, Abu Dhabi col prestigioso gruppo “Chaloub”.

Gli occhi dell’azienda di Bentivoglio  (Bo) sono puntati anche agli Usa, mercato nel quale il marchio Miss Grant è già presente, ma nel quale vuole cogliere ogni opportunità di consolidamento e crescita.

PAOLA-MONTAGUTI-_MISS-GRANT-FW14-15-620x413Ad oggi le collezioni Miss Grant sono tre: Miss Grant Couture, una linea ideale per feste e cerimonie, realizzata con tessuti ricercati e dettagli preziosi; Easy&chic Miss Grant, pensata per una quotidianità chic; So twee Miss Grant, che riprende tagli e tessuti del mondo dello sport ma le rilegge in chiave pop e glamour.

A queste si aggiungono le collezioni Miss Grant Eté e la linea Microbe dedicata al segmento baby: Easy&Chic Microbe by Miss Grant e Microbe Couture by Miss Grant.

Completano il portfolio aziendale le etichette Grant Garçon, creato per vestire i bambini in modo casual e ricercato e, non ultima, la linea “L: U-L: U” che in questi anni ha acquisito un forte successo nel mercato italiano e punta ora ai mercati esteri.

Tra gli accessori a marchio Miss Grant ci sono infine le calzature, prodotte in licenza dall’italiana Rg Calzature.

di Patrizia Tonin

26 Giugno 2015

 

Share This