Related topics
Ramadan Guidelines for 2022 in UAE

Ramadan Guidelines for 2022 in UAE

Muslims all over the world celebrated Ramadan this weekend, with the holy month beginning on Saturday, April 2nd in the United Arab Emirates. In the Islamic calendar, Ramadan is the most important month, it occurs when Muslims observe a 30-day fast from dawn to dusk....

TIDAL is now available in the UAE

TIDAL is now available in the UAE

Global music and entertainment streaming service, TIDAL, is available for music fans and artists in the UAE. Launched in 2015, this is the first time the global platform will be available in the region. Music fans never have to miss a beat by listening to their...

ISWA, “Nazionale dell’eccellenza del vino italiano”, alla scoperta del territorio Campano

<a href="https://marcopoloexperience.com/author/redazione" target="_self">Press Release</a>

Press Release

Author

ISWA-marcopolonewsTour campano per le sette grandi storiche aziende vitivinicole, autentici Ambasciatori di Eccellenze Italiane, che costituiscono ISWA  Italian Signature Wines Academy, una sorta di “Nazionale dell’eccellenza del  vino italiano”.

Una “due giorni” di lavoro che ha visto riunirsi, con due differenti intensi programmi i titolari e i responsabili commerciali Italia delle sette solide storiche aziende vitivinicole familiari, Allegrini (Veneto), Arnaldo Caprai (Umbria), Feudi di San Gregorio (Campania),Fontanafredda (Piemonte), Marchesi de’ Frescobaldi (Toscana), Planeta (Sicilia) e Villa Sandi (Veneto).

In particolare a Napoli si è svolto il Forum dei responsabili commerciali Italia delle sette aziende, che rappresentano una qualificata parte del mercato interno ed estero: una riunione in cui è emersa, ancora una volta (come è già avvenuto al recente “Vinexpo” di Bordeaux), la necessità di condividere le proprie idee, esperienze e strategie commerciali, i valori dei rispettivi territori e conoscenze professionali, in un contesto nazionale ed internazionale.

Condivisione di idee e di strategie di co-marketing, che si realizzerà già da settembre con eventi che sveleranno a rotazione “I grandi vini delle sette aziende“, in una sorta di gara in cui i clienti bendati dovranno indovinare i vini in degustazione. I primi undici appuntamenti vedranno “sfidarsi” tra loro i vini – rossi e bianchi – di Feudi San Gregorio e Fontanafredda e così, allo stesso tempo, i clienti avranno modo di conoscere i grandi territori vitivinicoli italiani.

Nel frattempo, nella sede di Feudi di San Gregorio prima e nei punti strategici e storici di Napoli, i sette titolari delle aziende si sono riuniti per scoprire i molti pregi del territorio campano e pianificare i prossimi tre anni di lavoro di ISWA.

“È conoscendo le proprie origini che, nel caso del mondo del vino sono fatte di tradizione, territorio e passione, si può realmente guardare al futuro”, ha commentato la Marilisa Allegrini, presidente di ISWA, supportata da tutti i membri del Consiglio di Amministrazione.

Una “due giorni” all’insegna de “I Segreti di Napoli“, con la visita alla Cantina Feudi di San Gregorio e pranzo al ristorante “Marennà” con i prodotti tipici cristo-velato-marcopolonewsdell’Irpinia abbinati ai vini di produzione della cantina: DUBL + 2011, Greco di Tufo e Fiano di Avellino e Privilegio 2013.

Un mix tra arte e cultura, tradizione e passione, in cui la tradizione eno-gastronomica del territorio Campano è stata esaltata dalla scoperta dei veri “segreti di Napoli” con la visita privata alla Cappella di San Severo, nel cuore del capoluogo partenopeo, che custodisce tra le opere il Cristo Velato di Giuseppe Sanmartino. La serata è proseguita poi con la visita alla Certosa di San Martino e la cena tipica con prodotti napoletani a cura dello chef Lino Scarallo, del ristorante “Palazzo Petrucci”, sulla terrazza grande della Certosa.

La missione ISWA si è conclusa con la visita alle Catacombe di San Gennaro e il pranzo nella tipica pizzeria napoletana “La notizia”.

“È stato speciale vedere opere esclusive e, nello stesso tempo, apprezzare un sincero senso di amicizia e di collaborazione che caratterizza i sette Ambasciatori di Eccellenze Italiane che costituiscono ISWA“, ha confermato Marilisa Allegrini.

A confermare questo spirito di collaborazione che continua ad emergere, ci sono già i prossimi appuntamenti di ISWA con il “Prowein Shanghai”, dal 13 al 16 novembre prossimi; gli appuntamenti con LCBO in Canada per tutto il 2016; “Prowein Dusserdolf”, dal 13 al 15 marzo 2016; Vinitaly a Verona, dal 10 al 13 aprile 2016; Vinexpo Hong Kong, dal 26 al 26 maggio 2016. E la grande sorpresa de “I Grand Tour alla scoperta di ISWA“: saranno infatti organizzate presentazioni e degustazioni ad hoc per i propri clienti nelle tenute delle sette aziende a rotazione, in periodi particolari dell’anno – come la raccolta delle nocciole o la caccia al tartufo, legati al territorio più che alla produzione del vino.

La fotografia di ISWA

ISWA Italian Signature Wines Academy è una sorta di “Nazionale dell’eccellenza del vino italiano”, che produce più di 50 milioni di bottiglie l’anno di vini di alta qualità, ha un fatturato complessivo di circa oltre 250 milioni di euro ed una esportazione che supera il 60%.

2.620 ettari vitati

256,5 milioni di fatturato 2014

50, 9 milioni di bottiglie prodotte

Questo il profilo delle sette aziende che partecipano a ISWA Italian Signature Wines Academy:

iswa-italian-signature-wines-academy1ALLEGRINI (Veneto) – 230 ettari vitati; 28 milioni di fatturato 2014; 4 milioni di bottiglie prodotte

ARNALDO CAPRAI (Umbria) – 130 ettari vitati; 7 milioni di fatturato, 1 milione di bottiglie prodotte

FEUDI DI SAN GREGORIO (Campania) – 400 ettari vitati; 23 milioni di fatturato 2014; 3,8 milioni di bottiglie prodotte

FONTANAFREDDA (Piemonte) – 210 ettari vitati; 47 milioni di fatturato 2014; 7,8 milioni di bottiglie prodotte

MARCHESI DE’ FRESCOBALDI (Toscana) – 1.190 ettari vitati; 75 milioni di fatturato 2014; 10 milioni di bottiglie prodotte

PLANETA (Sicilia) – 370 ettari vitati; 13,5 milioni di fatturato 2014; 2,3 milioni di bottiglie prodotte

VILLA SANDI (Veneto) – 90 ettari vitati; 63 milioni di fatturato 2014; 22 milioni di bottiglie prodotte

 

di Redazione

5 Agosto 2015

 

Share This