Related topics
Forum italiano export a Dubai

Forum italiano export a Dubai

Si terrà, lunedì 21 marzo 2022, nell’ambito di Expo Dubai 2020, l’evento organizzato - dal Forum Italiano dell’Export (Presieduto da Lorenzo Zurino) e da Lawrence Partners, con il patrocinio della Regione Campania, il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale della Regione...

Esclusiva nelle sale The Space Cinema il 6 e 7 maggio

<a href="https://marcopoloexperience.com/author/redazione" target="_self">Press Release</a>

Press Release

Author

blade-runner-marcopolonewsIn una Los Angeles cupa e nebbiosa Harrison Ford in Blade Runner

All’inizio di febbraio 2015 la notizia da Los Angeles. Sarà girato Blade Runner 2. Harrison Ford dice sì al sequel. Ridley Scott sarà tra i produttori. Gli appassionati di fantascienza tornano indietro con la memoria  al 1982 , alla prima versione del più grande film di fantascienza dello storia (o comunque tra i primissimi col Pianeta delle scimmie e1997: Fuga da New York”). Se poi ricordiamo che la seconda versione è datata 2007, ci si rende conto che sono passati tanti anni e che quella straordinaria musica di Vangelis  accompagna il film proposto da The Space Cinema.

Vangelis aveva appena vinto l’Oscar con “Momenti di gloria”. In Blade Runner Vangelis alterna  melodie classiche a suoni futuristici. Tra i musicisti coinvolti si segnala Demis  Roussos che canta il brano introduttivo Tales of the future. Gli appassionati di fantascienza italiani hanno segnato in agenda tre date: giugno 1982 “Blade runner”;  novembre 1992 “Director’s cut” e settembre 2007  “The final cut”. La quarta data è vicinissima: Mercoledì 6 e giovedì 7 maggio in esclusiva nei The Space Cinema  due spettacoli serali . Nel sito di The Space gli orari città per città.

L’evento sta per ripetersi. Non importa, per ora, verificare come è invecchiato Harrison Ford nella prossima versione. Il ritiro dal ruolo di regista di Ridley Scott avrà effetti negativi? Ma questo è futuro, adesso contano i 118 minuti del 2007 masterizzati e modificati. Grazie a The Space gli spettatori potranno  affrontare la Los Angeles del 2019, cupa, nebbiosa e affollata. Il clima è futurista grazie ai trucchi e alle scenografie. Disse all’epoca Scott: è un film ambientato tra 40 anni ma girato con lo stile di 40 anni fa. Sarà vero? Appuntamento  il 6 e 7 maggio.

The Space Cinema, nato nel 2009 dalla fusione di Warner Village Cinema e Medusa Multicinema ,  è il leader del mercato italiano dell’esercizio cinematografico. A fine 2014 la proprietà della società è passata da 21 Investimenti e Mediaset a Vue Entertainment International, il gruppo fondato nel 2003 nel Regno Unito da Timothy Richards e Alan McNail. Il controllo azionario è nelle mani di due fondi canadesi: Omers e Alberta Investment Management Corporation.

Giuseppe Corrado, amministratore delegato di The Space Cinema dalla sua fondazione, è stato confermato alla guida della società anche dalla nuova proprietà.

Vue è presente in Uk, Irlanda, Germania, Danimarca, Polonia, Lituania, Lettonia e Taiwan con un fatturato di 900 milioni di euro, pari a una volta e mezzo l’intero mercato italiano.
La mission di The Space Cinema – 36 multiplex in ogni regione italiana  e 79mila posti a sedere- è quella di porre al centro del proprio lavoro lo spettatore a cui offrire l’eccellenza sia per quanto riguarda il livello delle proprie strutture cinematografiche sia nell’offerta sempre più ampia di contenuti esclusivi. Proprio per questo nel 2012 è nato The Space Extra, un palinsesto di contenuti speciali dedicati a cultura, musica, scienza, sport, intrattenimento e arte. E dal 2014 ha preso inoltre il via The Space Movies, il nuovo marchio del circuito dedicato alla distribuzione dei prodotti cinematografici.www.thespacecinema.it

Redazione

2 Maggio 2015

Share This