Related topics
Forum italiano export a Dubai

Forum italiano export a Dubai

Si terrà, lunedì 21 marzo 2022, nell’ambito di Expo Dubai 2020, l’evento organizzato - dal Forum Italiano dell’Export (Presieduto da Lorenzo Zurino) e da Lawrence Partners, con il patrocinio della Regione Campania, il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale della Regione...

Design: per panettoni Bonifanti scatole di latta firmate IED

<a href="https://marcopoloexperience.com/author/redazione" target="_self">Press Release</a>

Press Release

Author

BONIFANTI1-marcopolonewsConfezione di design per i panettoni tradizionali e originali. Gli studenti dello IED di Torino, infatti, hanno firmato la nuova collezione di scatole di latta dei panettoni Bonifanti. L’azienda dolciaria piemontese specializzata dal 1932 nella produzione con solo lievito madre, ha affidato ai giovani creativi l’ideazione del nuovo packaging attraverso un concorso di idee. L’iniziativa ha visto coinvolti gli studenti del secondo anno del Corso di Diploma Accademico in Comunicazione Pubblicitaria dello IED, che sono stati invitati ad ideare una Scatola di Latta da collezione per i panettoni Bonifanti.

I giovani creativi, suddivisi in gruppi di lavoro, hanno avuto alcuni mesi di tempo per elaborare i loro progetti secondo il brief affidato dall’azienda, sotto la supervisione di Erika De Pasquale, docente dell’Istituto, e Simona Ghirardi. Gli elaborati finali sono stati quindi sottoposti all’insindacabile giudizio di una commissione, composta dai vertici di Grondona-Bonifanti e dai rappresentanti dell’agenzia pubblicitaria che cura l’immagine del gruppo dolciario.

La giuria ha appena selezionato i due progetti vincitori: si tratta del lavoro di Giulia De Benedetti, Alessandro Dagasso e Vittoria Commodo, e di quello di Andrea Cantore, Guido Bianco e Fabio Gubetti.

“Sono idee che non resteranno sulla carta”, ha spiegato il Orlando Grondona, presidente della Bonifanti, “ma che entreranno invece immediatamente in produzione, dando vita a una nuova linea di scatole di latta da collezione, che saranno messe in vendita già in occasione delle prossime festività natalizie. Abbiamo scelto di investire in questo progetto per continuare sulla strada che percorriamo con convinzione da ormai due secoli: quella dell’innovazione al servizio della tradizione”.

La produzione comincerà nel mese di luglio e le nuove scatole di latta “griffate” IED Torino, realizzate in tiratura limitata (duemila pezzi), saranno in distribuzione a partire dall’autunno.

BONIFANTI-marcopolonews“Il restyling del nuovo pack natalizio Bonifanti”, ha detto Riccardo Balbo, direttore IED Torino, “è stata un’occasione progettuale importante per i nostri studenti: IED si è confrontato con un marchio che, pur continuando ad assicurare oggi la qualità dei suoi prodotti lavorati artigianalmente, decide di rinnovarsi nell’immagine”.

Nell’anno del debutto della collaborazione fra le due realtà, i progetti selezionati sono stati due: uno andrà in produzione per il Natale 2015 e l’altro per il 2016. A partire dalla prossima progettazione, che sarà portata avanti nel corso dell’anno accademico 2015-2016, si procederà alla selezione di un unico progetto che andrà in produzione al termine dell’anno successivo.

“Abbiamo deciso di promuovere questa iniziativa, facendone un appuntamento fisso con cadenza annuale, per sostenere la creatività giovanile, puntando sempre sull’eccellenza”, ha sottolineato Giuseppe Fabbri, amministratore delegato della Bonifanti, che ha poi ricordato che “la nostra azienda ha sempre fatto della qualità il proprio vessillo. Nella scelta del partner ideale per il lancio di una nuova linea di scatole di latta da collezione, non abbiamo quindi avuto alcun dubbio nel rivolgerci alla più qualificata fucina di talenti presente sul territorio, l’Istituto Europeo di Design. E i risultati non possono che confermare la bontà di questa scelta: le nuove scatole di latta della Bonifanti disegnate dagli studenti IED sono innovative, ottimali per la produzione e di forte attrattività. Sono la prova concreta del livello d’eccellenza che è possibile raggiungere dosando sapientemente tradizione, innovazione e creatività”, ha concluso Fabbri.

 

di Patrizia Tonin

23 Giugno 2015

Share This