Related topics

Impegni e obiettivi per Expo Dubai

Dal nuovo meeting dei Paesi partecipanti, impegni e obiettivi per Expo2020,  la prima Esposizione Universale in un paese arabo, rinviata di un anno a causa del Covid-19, aprirà i battenti a Dubai  il 1° ottobre del 2021 e li chiuderà il 31 marzo del 2022.

Si è tenuto il quinto International Participants Meeting (IPM),  la riunione virtuale dei Delegati di oltre 190 Paesi, Partner commerciali, Funzionari governativi, dell’organizzazione di Expo 2020 Dubai e rappresentanti del Bureau International des Expositions (BIE), per discutere dei progressi fatti e dell’impegno comune verso gli obiettivi per la prossima Esposizione Universale.

Scopo della riunione analizzare lo stato di avanzamento dei lavori nel sito espositivo, la gestione delle strutture, gli eventi e il calendario di programmazione dell’Expo, nonché i contenuti relativi a marketing, comunicazione e servizi multimediali.

Tra gli interventi della prima giornata quelli dello sceicco Abdullah bin Zayed Al Nahyan, Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale degli Emirati Arabi Uniti, di Ahmed bin Saeed Al Maktoum, Presidente dell’Autorità per l’Aviazione Civile di Dubai e del Comitato Superiore di Expo 2020 Dubai, dello sceicco Nahayan Mabarak Al Nahayan, Ministro della Tolleranza e della Coesistenza degli Emirati Arabi Uniti e Commissario Generale di Expo 2020 Dubai, e di Reem Al Ha-shimy, Ministro di Stato per la Cooperazione Internazionale degli Emirati Arabi Uniti e Direttore Generale di Expo 2020 Dubai Bureau. A fare il punto della situazione anche Dimitri Kerkentzes, Segretario Generale del BIE.

Expo 2020 condivide i dettagli della sua programmazione che si concentrerà nell’impegno concreto su questioni chiave come il cambiamento climatico, la salute e il benessere, la disuguaglianza e l’ambiente.

Attraverso settimane a tema ed eventi in giornate internazionali che si terranno durante il semestre espositivo, i Partner, i Partecipanti e i visitatori di Expo Dubai affronteranno le principali questioni globali e si impegneranno in un’azione collettiva per affrontarle, contribuendo a creare un futuro migliore per tutti.

Grazie a una risposta decisa alla crisi sanitaria globale, i lavori nel grande sito sono andati avanti secondo i piani e anche la costruzione dei padiglioni nazionali è proseguita a ritmo sostenuto, a conferma dell’impegno dei Paesi Partecipanti a dare di Expo Dubai un evento eccezionale che aiuterà ad affrontare alcune delle più grandi sfide del presente e del futuro.

Press Release

 

 

Share This